La differenza fra Casatiello e Tortano… e poi c’è anche la versione monoporzione

Pasqua è alle porte e sono davvero tanti i prodotti gastronomici pasquali della tradizione partenopea.

Tutti parlano di casatiello e tortano, ma forse non tutti sapranno la differenza fra i due. Ebbene si, perchè non sono la stessa cosa. Cambiano ricetta e origini storiche.

Gli ingredienti di base sono più o meno gli stessi e sono molto semplici, farina, strutto, cicoli o ciccioli di maiale, pepe, lievito madre (c’è anche chi aggiunge pecorino).

Il Tortano è una preparazione molto piu’ povera, tipica di Napoli ed ha come caratteristica la sua forma, quella di una ciambella, che simboleggia la corona di spine e dunque la Passione di Gesù Cristo. L’impasto di questo rustico viene realizzato a partire da ingredienti molto poveri quali la farina, lo strutto, il pepe, i cicoli ed il lievito. A volte vengono aggiunte delle uova sode per arricchirlo.

Il Casatiello dalla forma rotonda, così come il tortano, è costituito da un impasto semplice al quale però vengono aggiunti salumi e formaggi della zona per renderlo più ricco. Le uova sode oltre ad essere presenti nell’impasto vengono poste in superficie e tenute ben salde grazie a lembi di pasta disposti a forma di croce.

Nel centro storico di Napoli c’è anche la versione in monoporzione del Casatiello, utile per evitare “risse in caso” di picnic 🙂 proposta da Bell e Kavr nota pizzeria, rosticceria sita in via Duomo che è già da tempo conosciuta da piu’ per le sue proposte originali e mai noiose. Insomma la Pasqua e la Pasquetta ci attendono… buona e golosa settimana santa.

Se hai gradito condividi con i tuoi amici e usa l’hashtag #campaniafoodporn

The following two tabs change content below.

Angelo Calzo

Consulente Marketing & Web Designer
Turista a "tempo pieno", sportivo ed amante delle "gite fuori porta". Nel tempo libero si rilassa immergendosi nel verde. Ama scoprire nuovi sapori in giro per la Regione Campania. Prodotto tipico preferito La Mozzarella di Bufala. I suoi piatti la Calamarata accompagnata dal Greco di Tufo D.O.C.G. e la Tomacella.