La pasticceria Mazz di Napoli propone il babà di San Gennaro

Tondo come l’ampolla, rosso come il sangue. L’espressione, invitante nella sua semplicità, di un insieme di realtà che fanno parte di un importante culto sacro che si uniscono. Ancora una volta tradizione e innovazione si fondono. Nasce il babà di San Gennaro presso la pasticceria ‘Mazz’ ubicata in Via Tribunali, il dolce dedicato al Santo Patrono della città partenopea. 

Nel Centro Storico di Napoli, ad angolo con Vico Fico al Purgatorio, il pasticcere Guglielmo Mazzaro si dedica da sempre con grande passione al babà, proponendo uno dei dolci tipici della tradizione napoletana non solo nella versione semplice o con la classica crema pasticcera e amarene ma accompagnato anche da creme di vari gusti quali cioccolato, pistacchio, fragola, ricotta e limone. Gusti che seguono spesso la stagionalità dei prodotti e pure le occasioni: per la festa del Santo Patrono di Napoli, infatti, è stato ideato un nuovo babà, un omaggio che Mazzaro ha voluto proporre per onorare con la sua arte pasticcera la figura di San Gennaro e la grande devozione del popolo napoletano.

Il babà di San Gennaro di Mazzaro è un dolce dalla classica forma tonda, scelta per simboleggiare l’ampolla che viene mostrata in occasione del miracolo dello scioglimento del sangue, ma dalle dimensioni maggiori rispetto al classico babà circolare presente al bancone della pasticceria ‘Mazz’. È contraddistinto da una crema letteralmente all’amarena, dal colore rosso che simboleggia proprio il sangue di San Gennaro, un cremisi che oltre a regalare un gusto inconfondibile colpisce piacevolmente lo sguardo. Un vero trionfo di amarene, presenti al di sopra ma pure nella bagna che caratterizza il dolce, presentato per la prima volta nella giornata di domenica dove i clienti hanno già mostrato entusiasmo e che verrà proposto fino a martedì 19 settembre 2017, giorno della festa di San Gennaro. 

The following two tabs change content below.
Giornalista napoletana impegnata soprattutto in cronaca ed enogastronomia, studentessa di archeologia, poetessa e scrittrice vincitrice di numerosi concorsi letterari, artista impegnata coi colori della pittura e nel catturare istanti di vita e di gusto con la sua macchina fotografica, ma anche appassionata di cucina, ricamo e dei lavori all'uncinetto.