La ricetta della pasta al forno

Era da tanto tempo che volevo preparare di nuovo la pasta al forno e ho approfittato di un momento di festa per riproporla: è semplice e divertente da realizzare e mi piace un sacco. Ci voleva proprio, poi, in giorni dove mi è capitato di piangere per una delusione inaspettata che al tempo stesso ha portato con sé la consapevolezza di essere riuscita, seppur in parte, a spezzare i legami con un passato che mi ha fatto tanto male. Basta leggere come si chiama la mia rubrica di ricette per capire che non era proprio il caso dispiacersi per l’ennesima batosta, ma ogni esperienza aiuta a crescere. E cosa c’è di meglio di un buon piatto di pasta al forno per ritrovare il sorriso?

La prima volta che ho preparato da sola la pasta al forno avevo quindici anni. Ero sola in casa in un sabato mattina piovoso e ricordo che pensai di fare una sorpresa a mia madre. Presi il ruoto che lei era solita usare e pochi semplici ingredienti: ricotta, mozzarella, sugo di pomodoro e delle fette di prosciutto cotto. Presi anche del basilico, che prima ero solita mettere all’esterno così come vedevo fare a mia madre, un’abitudine che ho tolto e che sconsiglio perché il basilico tende a bruciarsi nel forno. Seguendo i movimento che avevo visto fare a mia madre riuscii a fare la mia prima pasta al forno, un po’ troppo cotta forse ma col tempo direi che sono decisamente migliorata. Io la preparo a strati, come se fosse una torta per intenderci, non mescolando tutti gli ingredienti: prima faccio uno strato di pasta, ci metto la ricotta e tutto il resto e poi copro con un nuovo strano e così via. Consiglio di mettere la mozzarella verso il centro, mentre la ricotta può toccare il ruoto, è più adatta all’esterno durante la cottura. 

Forchetta alla mano, mettiamo da parte i sospiri ed ecco a voi la ricetta della mia pasta al forno.

 

Ingredienti

1kg di pasta (io ho usato in questo caso i rigatoni)

500gr di carne macinata

1,5lt di passata di pomodoro

250gr di mozzarella

500gr di ricotta

100 gr di parmigiano

sale, pepe, olio

polpettine (preparate con 200gr di carne macinata, 1 uovo, 30gr di parmigiano e un po’ di pane bagnato nell’acqua e strizzato)

Preparare e friggere le polpettine e metterle da parte in un piatto. Preparare il sugo facendo soffriggere la carne e aggiungere poi la passata di pomodoro, coprendo la pentola con un coperchio e lasciando cuocere a fuoco lento per almeno un’ora e mezza. Cuocere la pasta rigorosamente al dente, mescolare con un po’ di sugo. Fare un primo strato di pasta, aggiungere sugo e una parte degli ingredienti, coprire con un nuovo strato di pasta e così via. Sono solita mettere dei fiocchi di burro all’esterno. Cuocere a 180° per trenta minuti, ma la cottura va controllata e l’ideale è creare una gustosa crosticina esterna. Non servire appena uscita dal forno, consiglio di lasciare la pasta per alcuni minuti a riposo. 

Segui i nostri social e usa il nostro hashtag #campaniafoodporn 

The following two tabs change content below.
Giornalista napoletana impegnata soprattutto in cronaca ed enogastronomia, studentessa di archeologia, poetessa e scrittrice vincitrice di numerosi concorsi letterari, artista impegnata coi colori della pittura e nel catturare istanti di vita e di gusto con la sua macchina fotografica, ma anche appassionata di cucina, ricamo e dei lavori all'uncinetto.