O’ cappiell ‘e Pulecenella di Bell e Kavr nella Pignasecca, a Napoli

Nell’immaginario di chi pensa alla pizza si è soliti dividere il fritto dal forno come tipo di cottura: da una parte c’è la friggitrice, spesso universo da dove escono bontà tipiche partenopee quali i crocchè e le pizze fritte, dall’altra c’è il forno a legna. Ma il mondo va veloce: c’è chi già usa il forno a gas, a dimostrazione che c’è tutto un discorso da poter fare sui grandi cambiamenti che la cottura della pizza potrà vivere.

O’ Cappiell ‘e Pulecenella di Bell e Kavr a Napoli è proprio una pizza prima fritta poi cotta al forno e ha una particolarità palese: la forma di un cono che ricorda appunto il Cappello di Pulcinella

Una pizza prima fritta e poi passata al forno è una scelta che offre all’impasto un sapore completamente diverso, una sorta di morbidezza dal sapore inconfondibile una volta che il prodotto arriva alle labbra. 

Bell e Kavr è un locale ubicato nella Pignasecca a Napoli, a pochi passi dalla Stazione di Montesanto, col classico banchetto per la vendita dello street-food napoletano: frittatine di vari gusti, crocchè, arancini e pizze a portafoglio sono solo alcune delle bontà visibili dalla vetrina trasparente. Al di là della buona rosticceria, che propone prodotti di tradizione ma anche caratterizzati da profonda innovazione nei sapori e negli ingredienti rigorosamente di qualità, è possibile richiedere della pizza d’asporto, disponibile nella versione dalla dimensione classica ma c’è anche la possibilità di ordinare qualunque tipo di gusto in formato a portafoglio.

I loro impasti sono caratterizzati dall’uso della farina 0 e da una lievitazione che va dalle ventiquattro alle quarantotto ore. 

O’ Cappiell ‘e Pulecenella di Bell e Kavr è una sorta di pizza a forma di cono che si frigge per poco tempo, riempito poi di ciò che si desidera e solo in ultimo passato in forno.
Frutto di una sfiziosa fantasia, che richiede una certa maestria e pazienza. Tale tipo di pizza si può ordinare appunto in molti modi, dalla classica margherita con pomodoro e mozzarella e basilico passando per le ‘bianche’ con salsiccia e friarielli o con provola, mortadella e crema di pistacchio con granella. Ma in futuro si prevedono tanti nuovi gusti, ma soprattutto una nuova sede dove i napoletani potranno degustare questa nuova leccornia… stay tuned 😉

Se hai gradito condividi con i tuoi amici e usa l’hashtag #campaniafoodporn

The following two tabs change content below.
Giornalista napoletana impegnata soprattutto in cronaca ed enogastronomia, studentessa di archeologia, poetessa e scrittrice vincitrice di numerosi concorsi letterari, artista impegnata coi colori della pittura e nel catturare istanti di vita e di gusto con la sua macchina fotografica, ma anche appassionata di cucina, ricamo e dei lavori all'uncinetto.